Una vacanza a Bali, perché?

Per scoprire il «restorative yoga» e la meditazione !

Dopo un grande dolore, ho preso una decisione: un soggiorno a Bali per prendere del tempo per me, solo per me, lontano da tutto! Avrei occupato tutto il tempo prendendo cura di me stessa, facendo yoga e meditazione. La pratica dello yoga, e in particolare quella dello yoga di rigenerazione o Restorative yoga, fu una vera rivelazione! Si tratta infatti di distendersi, in profondità. Un ora e trenta di rilassamento completo, per imparare a rilassarsi, rigenerarsi e fare una vera pausa. Questo tipo di yoga è all opposto dello yoga dinamico. Ci si siede in modo confortevole in tutte le posizioni, senza sforzo muscolare, ma al contrario con un “lasciare completamente la presa”.

Ciò permette di andare molto lontano nel rilassamento.

Alcuni esercizi di respirazione (pranayama) permettono di migliorare ogni posizione e aiutano a concentrarsi. Un tempo di meditazione aiuta ad avvicinarsi allo stato di calma perfetta. Se ne esce rilassati e rigenerati.

Grazie a questa pratica, mi sono abbandonata. Ho potuto vivere dei veri momenti di felicità e di comunione con il mio corpo. L’energia è circolata in tutto il corpo e ha permesso a tutte le tensioni di dissolversi.

Anche le sedute di meditazione al suono delle campane tibetane mi hanno permesso di ottenere la calma nel mio spirito quando ero invece abituata ad essere raramente in pace con esso!

Il suono delle campane tibetane agisce su diversi piani del nostro essere. In meditazione, allevia l’iperattività mentale e facilita il ritrovare sé stessi.

Queste due pratiche coniugate mi hanno permesso di raggiungere in 10 giorni un livello di rilassamento mai ottenuto. Una vera felicità, un vero successo! Ho sviluppato a poco a poco una nuova visione della vita!
Coltivo ogni giorno questo benessere e prendo cura di me stessa.

 

Vorrei condividere questa pagina...Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn