Le dimensioni dei comportamenti interpersonali da Will Schutz

 

Dall’infanzia, ogni individuo agisce in tre aree comportamentali: inclusione, controllo e apertura.

Quando sono pienamente espressi, i loro lati positivi sono chiamati successo, potere e amore.

Comprendere ciascuna di queste dimensioni è una chiave per la comprensione del proprio comportamento e per sviluppare tutto il nostro potenziale.

  • Inclusione: 

L’inclusione è la dimensione che riguarda la capacità di avere soddisfacenti relazioni con gli altri.

“In certi momenti mi piace avere un sacco di contatti. Sono estroverso, mi piace uscire, mi piace fare le cose in gruppo, avviare conversazioni con gli sconosciuti.
In altri momenti, preferisco stare da solo. Mi piace stare tranquillo, sono più riservato, inizio raramente la conversazione, evito di uscire.”

Tu ed io siamo differenti per quanto riguarda il nostro desiderio di stare con altre persone o di essere da soli. Siamo anche diversi per quanto riguarda il nostro desiderio di essere in gruppo con altri o di evitare i gruppi.”

L’inclusione ha a che fare con i concetti di DENTRO e FUORI. La differenza sta nel quanto si desidera o meno stare con gli altri, “essere inclusi“.

  • Controllo:

É l’area che riguarda quanto controllo si desidera esercitare sugli altri.

“A volte amo fare il capo, dare ordini, assumere decisioni anche per gli altri.
Altre volte, preferisco non esercitare alcun potere e aspettare che siano gli altri a indicare ciò che mi compete.“

La differenza sta nel quanto si desidera stare SOPRA o SOTTO, nel grado di “controllo“ che si vuole esercitare o subire.

  • Apertura:

La terza area riguarda quanto si desidera essere “aperti“, vicini agli altri.

« A volte, desidero parlare dei miei sentimenti e dei pensieri più intimi, confidarmi.
Altre volte, preferisco mantenere relazioni impersonali. »

Ognuno di noi desidera sentirsi vicino a qualcuno. La differenza sta nel quanto, nel grado di “apertura“ verso gli altri che riusciamo ad esprimere. Questo ha a che fare con i concetti di VICINO o LONTANO.

Preferire questo o quel comportamento non è né bene né male. È soltanto utile conoscere la sua preferenza.  Infatti, la comprensione di noi stessi e degli altri è basata sulla conoscenza delle proprie preferenze comportamentali e di quelle degli altri. La comprensione delle motivazioni individuali e dei meccanismi alla base di ogni scelta personale e comportamento permette di aumentare l’efficacia personale, la qualità delle relazioni, le facoltà di adattamento.

Vorrei condividere questa pagina...Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn